• Italiano

Space Exploration Masters 2018 – an international innovation competition

L’obiettivo è la ricerca di nuovi modelli di business che possano aiutare a risolvere problemi terrestri ed extra-terrestri in tema di salute, nutrizione ed energia per favorire la vita degli esseri umani, animali e piante nello spazio, contribuendo inoltre agli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.

Partner internazionali: European Space Agency (ESA), SpaceResources.lu, Astrosat, Huntsville Madison Country Chamber, Airbus, Air Liquide, Merck KGaA, Organizzazione Mondiale della Sanità, Agenzia Spaziale Italiana (ASI), CNES, Ice Cubes, Surrey Satellite Technology, Goonhilly Earth Station, Maxq, AZO Space of Innovation.

Premi in palio superiori a 800.000 €.

Deadline: 31 luglio 2018

5 Sfide

Health & Food

I pericoli ambientali terrestri (es. radiazioni, inquinanti tossici e contaminanti) influenzano molti aspetti della vita che sono inestricabilmente legati alla salute e al cibo. Per far fronte a questo, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha un ruolo chiave da svolgere nel promuovere sia le strategie di mitigazione che quelle di adattamento per il cambiamento climatico e ambientale, lavorando in collaborazione con l’ESA e altre parti interessate.

Proprio come gli ambienti sulla Terra possono essere pericolosi, anche l’ambiente spaziale risulta pericoloso per gli esseri umani, animali e piante. L’ESA svolge costantemente attività di esperimenti a terra e dimostrazioni tecnologiche relative a problemi alimentari per assicurare una sopravvivenza sostenibile nello spazio. Da qui l’importanza di check list, procedure, caratteristiche nutrizionali, elementi di gusto, conservazione, imballaggio, generazione di cibo nello spazio, ecc.

ESA & Commercial Partner

L’ESA in collaborazione con Space Applications Services, Airbus e Surrey Satellite Technology con Goonhilly Earth Station è alla ricerca di nuove idee che stimolino applicazioni innovative (es. fornitura di energia, sistemi di supporto vitale, funzioni biologiche, processi di germinazione delle piante, utilizzo delle risorse, processi di sfruttamento dei materiali, rilevamento e misurazione, ecc.) ai fini dell’esplorazione spaziale.

SpaceResources.lu

La sfida SpaceResources.lu, che si inserisce all’interno dell’omonima iniziativa, mira a scoprire soluzioni innovative che completino il crescente portfolio di attività in Lussemburgo nell’utilizzo delle risorse spaziali. Nello specifico, il Ministero dell’Economia nazionale sta cercando di rafforzare le competenze specifiche del Paese (es. prospezione, estrazione, lavorazione, produzione e assistenza). La sfida punta inoltre a sviluppare tecnologie correlate al tema dell’utilizzo delle risorse spaziali, quali materiali avanzati, additive manufacturing, telerilevamento, comunicazioni, robotica, analisi dei dati e intelligenza artificiale, non comprendendo direttamente le attività di lancio.

Astrosat & Huntsville

Astrosat e la Huntsville Madison Country Chamber, in una cooperazione tra Europa e USA, stanno cercando applicazioni commerciali valide per missioni Low Earth Orbit che possono utilizzare il Dream Chaser della Sierra Nevada Corporation per scopi che guardino oltre l’osservazione della Terra e il trasporto delle merci. Le idee di applicazione dovrebbero concentrarsi sul futuro dell’esplorazione spaziale, mirando a una maggiore comprensione del nostro Universo e/o sostenendo gli sviluppi riguardanti destinazioni come la Luna, Marte o altri obiettivi distanti nello spazio, idealmente a beneficio della Terra.

Sustainable Exploration

L’edizione 2018 della Joint Sustainable Exploration Challenge di Airbus, Air Liquide e Merck KGaA, Darmstadt si concentra sul sostegno della vita e dell’ambiente sulla Luna.

La sfida è quella di ideare un modello di business praticabile per una serra o una stazione di rifornimento (es. economia basata sull’idrogeno) per un’applicazione spaziale e terrestre utilizzando le stesse tecnologie.